Luminosa Bogliolo sempre più regina degli ostacoli in Italia: oggi l’alassina del Cus Genova ha vinto il meeting di Magglingen (Svizzera) con 8”15, nuovo record personale nonché settima prestazione italiana all time. Ma non finisce qui: Luminosa (e qui sta un pizzico di rammarico) ha sfiorato per un solo centesimo il minimo fissato dalla federazione per gli Euroindoor di Glasgow  del prossimo 1 marzo. Cos’è un centesimo? Forse voleva dire partire un millesimo più veloci, o buttarsi letteralmente sul traguardo? A questo punto sarebbe impietoso andare a cercare la pagliuzza, perchè la vussina sabato ha conquistato letteralmente il Palasport della località in altura (875 metri s.l.m.) del Cantone Bernese. Qualche paturnia per la contrattura patita una settimana prima c’era, ma “Lumi” ha subito spazzato via dubbi e ansie con la vittoria in batteria con 8”25, a un centesimo dal personale.
La finale ha visto la futura dottoressa in Veterinaria andarsene via in perfetto sincronismo fin dal secondo ostacolo, presentandosi sull’ultima barriera con vantaggio netto. Si è capito subito che il grande crono era nell’aria. Quando il tabellone elettronico ha segnato 8”15, la ragazza seguita dall’ex azzurro (un grande della velocità) Ezio Madonia si è abbandonata a un magnifico sorriso.
Tre vittorie di fila nelle prime tre uscite al coperto: inutile dire che alla serie delle meraviglie  (Aosta, Ancona, Magglingen) manca solo un centesimo, che però non inficia certo una condizione strepitosa, da top five europea. E il minimo da qui a marzo arriverà, ne siamo certi. Per la cronaca Bogliolo in finale ha vinto davanti all’elvetica Noemi Zbaren e terza è stata la lombarda Linda Guizzetti (Cus Pro Patria Milano) con 8”51.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!