Serena Williams continua a far parlare di sé. Questa volta però non c’entrano – o quasi – i suoi atteggiamenti in campo o le sue “uscite” social. Ospite della trasmissione “60 minutes” la leggenda del tennis John McEnroe è tornato a parlare della possibile sfida contro Serena Williams. McEnroe è sicuro che, nonostante l’età, potrebbe ancora avere la meglio su The Queen: “Se mi allenassi bene e riacquistassi la forma fisica ideale potrei battere Serena. Ma è una cosa che non ho mai voluto fare anche se me la si chiede spesso. Una sconfitta sarebbe insopportabile per entrambi“.
Una partita che non sarebbe una novità assoluta nel mondo del tennis dopo che, nel 1972, furono Billie Jean King Bobby Rigg a sfidarsi e portare alla ribalta il tema della “battaglia dei sessi”. Ma l’idea di vedere due mostri sacri uno di fronte all’altro ha scavalcato le barriere del mondo sportivo per arrivare a quello della politica. Donald Trump, il tanto discusso presidente degli Stati Uniti, aveva infatti offerto – tempo prima di candidarsi alla Casa Bianca – 1 milione di dollari al tennista per sfidare una delle sorelle Williams, Venus o Serena. Poi l’ex numero 1 torna anche sugli eccessi della più piccola di casa Williams durante la finale degli US Open. Per lui la connazionale non ha fatto nulla di particolare: “Ha subito la pressione ma non credo abbia superato il limite. Io ho fatto di peggio“.

Intanto Serena William, che aveva chiuso la scorsa stagione – quella del rientro dopo la maternità – proprio dopo gli US Open, sta preparando il rientro in vista della prossima annata e ha annunciato la sua partecipazione alla prossima Hopman Cup che prenderà il via il 29 dicembre per terminare il 5 gennaio. A Perth, nel classico appuntamento che precede gli Australian Open, la Williams farà coppia con Frances Tiafoe, 20enne della Next Gen.

 

 

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!